Come la scelta Vegan Consapevole mi ha portata ad avere Mestruazioni Felici

 

Il nostro stato di benessere generale dipende per una grande parte dalle scelte che facciamo in campo alimentare che si ripercuotono positivamente o negativamente anche su come viviamo la ciclicità femminile, le nostre mestruazioni e la menopausa.

Prima di fare la scelta vegan e nutrirmi con consapevolezza di alimenti vegetali, naturali e integrali soffrivo di dolori mestruali più o meno forti e soprattutto subivo gli effetti negativi di grossi sbalzi d’umore con conseguenti crolli emotivi che per qualche giorno si impossessavano di me durante il premestruo e la mestruazione. Sì, li subivo perché ero inconsapevole di ciò che succedeva dentro di me a livello di meccaniche mentali e perché credevo di mangiare bene, ma in realtà non lo facevo. E come la maggior parte degli umani, non avendo ricevuto un’educazione alimentare veramente consapevole ed etica, mangiavo un po’ di tutto, perchè ero stata convinta che si dovesse fare così. Seppur non mangiassi molta carne, perché proprio mi repelleva fin da piccola l’idea di mangiare cadaveri, mangiavo comunque molti formaggi e molti dolci fatti con burro, uova e con farine e zucchero raffinati.

Inoltre in quei giorni premestruali e mestruali mi prendeva una smodata voglia di salato e mangiavo anche un pacchetto di patatine fritte intero dopo aver mangiato pane e crema al cioccolato.

Nella mia borsa di danzatrice, insegnante di danza e danzaterapeuta, sempre in giro tra una scuola e l’altra, tra un viaggio e l’altro, tra uno spettacolo e l’altro, c’era sempre del cioccolato e magari anche qualche briochina che mi servivano per darmi una scarica di energia immediata, ma che poi mi facevano calare l’attenzione e venire sonno poiché erano alimenti comunque industriali e processati, non vitali e naturali. 

Questo avveniva anche durante gli anni in cui ero vegetariana finché nel 2015 ho fatto il salto scegliendo con gioia di seguire l’alimentazione vegana e ne ho solo guadagnato in meglio in buona salute fisica, mentale, energetica e spirituale. 

Oggi che sono una Coach del Benessere Ciclico Femminile e insegno alle donne a vivere con gioia il proprio ciclo mestruale, e non solo, posso affermare che l’alimentazione vegana, fatta con consapevolezza, scegliendo alimenti vegetali, naturali, integrali e vitali dà ottimi risultati nel diminuire o eliminare i dolori di ogni tipo e quindi anche quelli mestruali oltre che nel diminuire i cali di umore così bruschi.

Ti parlo di scelta vegana consapevole poiché non basta mangiare vegan per star bene.

Infatti anche nel vegan ci sono tanti alimenti industriali e processati che sono pieni di sale, di zucchero, di conservanti che sono nocivi per la salute a lungo andare e che sono privi di vitalità. Certo, ad un livello etico basico è sempre meglio il vegan junk food piuttosto che i cibi spazzatura onnivori ricavati dall’uccisione di animali. Ma ad un livello etico più alto e a livello salutistico è sicuramente preferibile mangiare alimenti vegetali naturali e integrali perché il nostro corpo non è un bidone dell’immondizia e in primis abbiamo il compito di amare noi stessi per amare anche gli altri.

Molte persone con cui mi trovo a parlare nelle conferenze, nei corsi o in via amicale, sia onnivore che vegetariane o vegane non al 100%, mi dicono spesso che capiscono la scelta vegana, ma che loro non sono così “rigide” e sono “flessibili” nel senso che se capita magari mangiano del pesce o un pochino di formaggio o della carne perchè, se chi li ospita propone quello, sarebbe poco educato dire di no. E quindi giudicano “rigide” le persone che invece riescono in tutta facilità e gioia a non cibarsi più per nulla di cibi animali.

Mi sta a cuore far comprendere come la scelta di chi come me decide di non alimentare più l’industria del malatismo e della morte è una scelta profonda che viene fatta a livello della nostra Coscienza Spirituale.

Per questo per noi non è una privazione di qualcosa che non ci interessa più e nemmeno ci stuzzica più l’appetito. E non è neppure una “rigidità” o un “capriccio” perchè siamo alla moda.

E’ una decisione che sappiamo bene comporta molte difficoltà in un modo alla rovescia come quello attuale, ma che non potrebbe essere altrimenti visto che abbiamo compreso con la nostra Coscienza Spirituale l’importanza di nutrirci nel modo più pacifico possibile.

 

Tempo fa mi trovai persino in una discussione interessante, e pure divertente, in cui un abitante di un’isola desertica mi disse che, siccome mi trovavo su un’isola, avrei dovuto adeguarmi a mangiare quello che l’isola produceva, che nello specifico erano carni e formaggi perchè le verdure arrivavano da altri luoghi vicini dove invece c’era disponibilità di più acqua. Allora garbatamente gli risposi facendogli notare che, proprio per il fatto che era un’isola desertica, allora non avremmo dovuto essere lì nemmeno noi e nemmeno gli allevamenti di animali poiché non c’era molta acqua e l’acqua è alla base della nostra sopravvivenza. Per cui la mia scelta vegana, a mio avviso, rimaneva quella che creava il minor impatto etico, salutistico ed ambientale. Non gli restò che darmi ragione.

E’ quindi il caso di chiedersi come mai nella nostra società chi fa delle scelte etiche che fanno bene veramente anche al resto del Pianeta si trova ad essere attaccato in continuazione e a doversi giustificare portando prove su prove che attestino la validità delle scelte. Mentre chi fa scelte di vita che portano al malessere e alla distruzione invece viene premiato come il più figo dell’Universo.

Non ti sembra che il mondo stia girando al contrario?

Stimo invece molto quelle filosofie, come il Jainismo, che più la società va abbruttendosi e deteriorandosi e più irrigidiscono le proprie leggi morali a favore di uno stile di vita sano, compassionevole e amorevole.

 

L’essere umano si è ormai così degradato su tutti i livelli, fisico, mentale-emozionale, energetico e spirituale che non si accorge nemmeno più di sguazzare nella merda più puzzolente e anzi ne è contento ed è pure contento di cibarsi di quella merda.

 

Condivido con te un estratto del mio libro “Mangia, Danza, Ama. Manuale di riequilibrio fisico, emozionale, energetico e spirituale per donne sane, libere e felici” in cui ti parlo dei 5 buoni motivi per cui scegliere di mangiare Vegan Consapevole ti può dare un grande aiuto a migliorare il tuo Ciclo Mestruale e in generale la tua qualità di vita e quella del Pianeta:

  1. La carne è una delle prime cause di morte e malattia

    Infatti è causa di tumori, infarti, malattie degenerative e molte altre patologie poiché acidifica l’organismo a causa di batteri della putrefazione che sviluppano in essa alcaloidi cadaverici (ex. cadaverina, putrescina, neurina, scatolo, indolo) che quando in eccesso hanno effetti tossici o mutageni. In aggiunta le carni possono contenere residui degli antibiotici somministrati agli animali quando erano in vita e questi, insieme ad altri farmaci e sostanze ormonali utilizzate per la crescita accelerata degli animali, sono molto dannosi per la salute umana. Inoltre tali sostanze finiscono nelle falde acquifere, insieme ad altri scarti dell’industria dell’allevamento, andando a contaminare l’acqua che poi beviamo o che viene utilizzata per irrigare i campi. Tutto ciò va ad acutizzare anche i dolori e i disagi mestruali.

  2. Gli allevamenti intensivi sono una tra le principali cause del riscaldamento globale

    I dati FAO/ONU affermano che, a livello mondiale, i bovini, con i loro escrementi, sono responsabili di 1/5 della produzione di metano, che è il più pericoloso dei gas che provocano l’effetto serra. In un anno 10 mucche producono tanto metano da far percorrere 10000 Km a un’automobile. Siamo strettamente collegati alla salute della nostra Madre Terra e come donne dovremmo sentirci ancora più connesse alla cura del Pianeta.

  3. Gli allevamenti intensivi sono una delle principali cause dello spreco di acqua

    Nell’industria della carne viene impiegato un quantitativo di acqua di gran lunga superiore a quello utilizzato nella coltivazione di vegetali. Basti pensare che per produrre 1 Kg di carne per hamburger sono utilizzati 25000 litri di acqua contro i 1100 – 3000 litri necessari per 1 Kg di cereali o legumi.

  4. Gli allevamenti intensivi sono una delle principali cause della desertificazione di zone fertili e della fame nel mondo

    Gli allevamenti industriali di animali sono la maggior causa di disboscamento e quindi di desertificazione. Per esempio l’88% delle terre disboscate nella Foresta Amazzonica e il 70% di quelle del Costa Rica e Panama sono destinate ai pascoli. In media dopo 5 anni questi terreni diventano sterili e scarsamente produttivi e così gli allevatori vanno a devastare un’altra regione di foresta.

  5. Gli alimenti animali abbassano i livelli di energia, acuiscono ansia, stress, nervosismo, irascibilità

    Ecco un’altro aspetto fondamentale per il benessere mestruale, quello energetico. Essendo prodotti dalla violenza sugli animali e dalla loro uccisione, la carne e i derivati animali contengono informazioni di morte che nuocciono al nostro organismo fisico ed energetico poiché le nostre cellule, quindi tutta la materia, sono influenzate da ciò con cui vengono a contatto. Basti pensare che, prima dell’abbattimento, l’animale ha piena coscienza del fatto che verrà ucciso e il suo organismo rilascia adrenalina, un neurotrasmettitore prodotto in fase di stress. Questa adrenalina non può venire riconvertita poiché l’animale viene ucciso e quindi essa rimane nella carne dell’animale appena abbattuto. Tali residui di adrenalina, ingeriti con il consumo di carne, possono dunque aggravare i sintomi di persone ansiose, nervose e aggressive. Anche i derivati animali come i latticini sono ricavati dalla sofferenza. Pensa che le mucche vengono ingravidate con una brutale fecondazione artificiale tramite l’inserimento del braccio dell’allevatore con una siringa contenente lo sperma del toro all’interno del canale vaginale della mucca. Questa violenza viene registrata nelle cellule della mucca e verrà trasferita a qualsiasi cosa produrrà, vitello, latte, carne, formaggi. Inoltre i polli vengono anch’essi tenuti in condizioni di vita paragonabili ai lager, vivono tra gli escrementi e se li mangiano pure, i pulcini non idonei sono barbaramente scartati venendo buttati su un nastro che li porterà a venire triturati. Anche i pesci non se la passano così bene, vivendo in allevamenti o in mari pieni di metalli pesanti e venendo comunque brutalmente uccisi.Questo aspetto energetico è ampiamente riconosciuto dai grandi veri Maestri spirituali che infatti non si cibavano e non si cibano di carne. Paramahansa Yogananda nel suo libro best seller internazionale “Autobiografia di uno Yogi” dice:“La carne è altamente costipante e svolge un’azione ti trattenimento dei veleni dell’organismo, preannunciano così numerose malattie.”

Concentriamoci quindi sull’ultimo aspetto, quello energetico, che è quello su cui lavoriamo molto nei miei Percorsi di Mestruazioni Felici.

Ti do un esercizio per verificare come funziona.

La prossima volta che mangerai carne fai caso a come ti sentirai dopo e registra sul tuo diario qualsiasi segnale di malessere fisico, mentale, emozionale, abbattimento energetico o coincidenza negativa che ti capiti. Chiediti quindi quali energie hai accolto dentro di te introducendo quel pezzo di animale morto e quante risorse il tuo organismo debba impiegare per ripulirsi da quella “spazzatura” fisica ed energetica. Fai poi tu le tue valutazioni, decidi e agisci di conseguenza a seconda di come vuoi stare.

 

In conclusione, per quello che sono la mia esperienza, i miei studi e gli studi dei numerosi professionisti del mondo della nutrizione vegetale (primo su tutti il Dott. Michele Riefoli, Biologo Nutrizionista ideatore del Sistema Veganic), della medicina olistica, della ricerca energetica e spirituale, l’alimentazione vegana fatta con consapevolezza è attualmente la modalità migliore per un essere umano che voglia vivere in modo sano, naturale, etico, energeticamente e spiritualmente elevato per fare del bene a se stesso e avere il minor impatto ambientale possibile.

Buone riflessioni e scrivimi se ti servono consigli su come iniziare a migliorare il tuo stile di vita e il tuo rapporto con le mestruazioni.

 

 

Guarda il video:

 

 

Clicca qui per scoprire il mio libro “Mangia, Danza, Ama”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *