Lettera al Natale

Riflessioni per un Sano Natale 

Caro Natale,

è inutile che ti chieda come tu stia perché mi è molto chiaro che tu sia sofferente e malridotto.

Infatti le notizie che mi giungono sono di un Natale maltrattato dai miliardi di Esseri Umani che ti hanno malnutrito, ingozzandoti di dolci di ogni tipo e cibi industriali grassi, fritti, di origine animale e ottenuti con la sofferenza di altre creature.

Oltre che averti fatto ammalare rendendoti obeso, gli Umani ti hanno stressato con questa corsa folle alla ricerca dei regali, snaturando la tua origine spirituale.

La maggior parte di loro, non tutti per fortuna, hanno perso la connessione profonda col tuo significato, che i più ricordano in piccoli attimi di lucidità, grazie al sorriso benevolo di qualcuno o grazie alla musica e alla danza che elevano gli spiriti e aprono le porte delle percezioni e della sensibilità.

Per me sei sempre stato un amico prezioso, che incontravo una volta all’anno e che attendevo a lungo, portandoti nel mio cuore sempre, perchè ogni giorno possiamo rinascere e donare nuova luce di speranza a noi stessi e a chi ne ha bisogno.

Crescendo ho iniziato a non sopportarti, ma non perchè ce l’avessi con te, bensì poichè mi davano fastidio tutte quelle cose eccessive che gli Umani ti appiccicano addosso. Quanto spreco di cibi che fanno male, quanto caos tutto attorno nei giorni che ti precedono e poi puff… tutto ad un tratto arrivi e con l’ultima briciola di panettone vieni spazzato via dalla tavola.

No, io non ci sto a vederti ridotto così!

Per tua natura tu sei festoso ed elegante, arrivi in punta di piedi e abbracci con le tue calde e lucenti ali i nostri Spiriti nelle notti buie dell’inverno per farci sentire parte di un disegno cosmico più grande, per illuminare le nostre vie sul senso dell’esistenza, preziosa e mai scontata.

Caro Natale, mi dispiace immensamente che gli Esseri Umani ti abbiano trattato così male.

Per di più quest’anno i mass media hanno puntato l’attenzione su numerose sciagure avvenute prima del tuo arrivo e questo mi fa riflettere ancor più su quanto abbiamo bisogno che ogni giorno sia Natale, ma nello Spirito e non nelle vetrine o sulle tavole.

Gli Umani amano le cose luccicose e con tanti brillantini, come i gioielli, perchè dentro di sè hanno smarrito quella luce che un tempo apparteneva anche a loro. Quella luce che si riattiva quando si canta, si danza, si ama veramente con compassione e ci si dona agli altri.

Caro Natale, io ti ringrazio perchè quest’anno mi hai fatto il dono più prezioso, tornare ad essere consapevole di questa grande verità e farne tesoro per ogni giorno, danzando, sorridendo, amando.

Caro Natale non ti chiedo altri doni per me, se non quello di continuare a migliorare me stessa per il bene di chi incontro.

Ti chiedo il dono della buona salute per questo Pianeta Terra e per i suoi abitanti umani, animali, vegetali, elementali… tutti!

Ti chiedo la Pace e l’Amore tra gli Esseri Viventi.

Ti chiedo la guarigione per tutte quelle Persone che stanno contribuendo a migliorare il Pianeta con il loro attivismo, con passione e onestà.

Ti chiedo che le Persone siano sincere ed oneste, che possano imparare a comunicare consapevolmente creando ponti e non muri tra loro.

Ti chiedo che i genitori possano essere dei buoni esempi per i loro cuccioli e che i bambini possano crescere sereni e felici in un Mondo bello e pulito.

Caro Natale ti auguro di tornare Sano e Spirituale nei cuori di ciascuno di noi, piccoli Esseri Umani convinti di essere i re dell’Universo.

Con gratitudine e affetto,

Melissa

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *