Stop all’oltraggio al Femminile da parte dei Mass Media!

DENUNCIAMO LA RUBRICA “PARLIAMONE SABATO” CON PAOLA PEREGO

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE PER CHIEDERE ALLA RAI E CON ESSA A TUTTI I MASS MEDIA PUBBLICI E PRIVATI DI NON REALIZZARE PIU’ PROGRAMMI E SERVIZI GENERALISTI, SESSISTI, CHE UMILIANO LA DONNA, RIDUCENDOLA A UN OGGETTO DA POSSEDERE

Umiliando la Donna si umiliano anche l’Uomo e i loro Figli. Siamo tutti diversi e non si può generalizzare.

Come Donna mi sento profondamente ferita nel vedere che all’alba del 2017, dopo tutte le campagne mediatiche per il rispetto dei diritti femminili e di ogni altra categoria poi la televisione scada in sì tanta bassezza nel proporre servizi sul perché scegliere una donna dell’Est, anziché una italiana, come è accaduto durante la trasmissione “Parliamone Sabato” condotta da Paola Perego e andata in onda sabato 18 marzo 2017.

Prima di tutto facciamo sapere alla Rai e a tutti gli altri giornalisti e non giornalisti che comunicano al pubblico che né la Donna, né l’Uomo, né il Bambino, né l’Animale sono oggetti da circo che possono essere venduti.

“signore” e “signori” che mal governate l’industria mediatica in questo modo da mercenari e schiavisti e carnefici pronti a vendere anche vostra madre, non vi meritate la S maiuscola né il titolo di Giornalisti. State dando il peggio di voi per guadagnare qualche soldo in più, ma sappiate che ogni azione negativa poi ritorna indietro.

State umiliano l’Essere Umano, gli Animali, la Vita in ogni sua forma.

State svendendo l’Essenza divina del Femminile che è Amore e Dolcezza e non è essere moglie, fidanzata o qualsiasi altri titolo vogliate affibbiarle.

Sicuramente non vi vergognate, altrimenti non lo fareste, ma sarebbe interessante potervi parlare faccia a faccia, a riflettori e telecamere spente… Voi e tutte e tutti noi che siamo consapevoli che l’Esistenza sia altro rispetto a quello che volete far vedere tramite Tv e Media.

Volete rincoglionirci con queste bassezze e con la pubblicità che vuole la donna sempre in minigonna, col culo e le tette di fuori, coi tacchi 15 cm che stravolgono la postura, con trucchi sintetici e trattamenti estetici che aiutano a far venire il cancro o altre malattie che poi vi frutteranno denaro.

Ma molte e molti di noi non ci stanno e insieme diciamo BASTA!

In merito al tema della trasmissione in oggetto, ricordiamo che in teoria ci si sposerebbe per amore… Ah, già non è il solo motivo… c’è l’interesse, il non saper stare da soli, l’essere indecisi tra una moglie e una colf e così via.

Premettendo che non ho nulla contro le donna straniere, anzi ho delle care amiche dell’Est e di altre parti del mondo, vorrei però sottolineare che sul fatto che le donne dell’Est lascino comandare il proprio uomo non è così. Conosco tante coppie con mogli straniere e all’inizio le fidanzate non parlano molto, perché non sanno l’italiano, sembrano più dolci e premurose rispetto alle connazionali e poi quando son sposate comandano anche di più, ma lo sanno fare in una maniera più mascherata rispetto alle altre, soprattutto le donne dell’Est. Lo imparano dalle madri e questo lo so perché molte di loro me ne hanno parlato in passato. Ovviamente non sono tutte così e non siamo tutti uguali.

Ma dove sta scritto che in Italia noi donne non sappiamo fare le cose in casa e non siamo dolci?

C’è poi il fatto che nel programma abbiano detto che fisicamente dopo il parto le donne dell’Est si rimettano subito in forma, ma si stavano riferendo a donne che di mestiere fanno le modelle, non considerando che molto molto spesso le donne dell’Est, così come molte altre straniere, non alimentandosi in maniera salutare passati i 30 anni inizino a ingrassare a dismisura.

Seppur in Italia non ci sia ancora totale consapevolezza alimentare e salutismo, almeno siamo tre le popolazioni più in forma nell’emisfero occidentale. Basta guardarsi in giro e di grandi obesi non ne vedrete molti, anche se c’è tanto da lavorare per arrivare a mangiar sano e naturale veramente.

I redattori della trasmissione “Parliamone Sabato” sono da denunciare per OLTRAGGIO ALLA FEMMINILITÀ PUBBLICA!

La violenza sulle donne parte proprio da questi discorsi. BASTA!

A questo link trovate parte della trasmissione andata in onda.

LASCIA UN COMMENTO ALL’ARTICOLO E POI FIRMA LA PETIZIONE SU CHANGE.ORG PER DIRE “STOP ALL’OLTRAGGIO AL FEMMINILE DA PARTE DI RAI E GLI ALTRI MEDIA, PUBBLICI E PRIVATI”!

Questo il testo della Petizione:

Alla luce del tema trattato dalla trasmissione “Parliamone Sabato”, condotta da Paola Perego e andata in onda sabato 18 marzo 2017 sul tema “Perchè scegliere una donna dell’Est”, chiediamo di:

– Porre fine alla mercificazione e umiliazione del Femminile;
– Porre fine alla mercificazione e umiliazione del Maschile;
– Porre fine alla mercificazione e umiliazione di ogni altra forma di Vita;
– Porre fine alle generalizzazioni di ogni tipo;
– Realizzare programmi e servizi, anche quando di intrattenimento, con un contenuto più “alto”, che stimoli intellettualmente e spiritualmente il pubblico, che possa arricchire le coscienze e non abbassare il livello culturale.

Facciamo sentire la nostra voce firmando la petizione per far sapere a tutti Mass Media che il pubblico non è una “massa informe di idioti”, ma è formato da persone con una propria identità, cultura, sensibilità, potere decisionale di scelta e di acquisto dei prodotti che loro ci propongono con la pubblicità.

Si parla tanto di lotta per i diritti delle Donne e di ogni altra categoria, ma i diritti non saranno mai del tutto rispettati se in Tv e sugli altri Media si continuerà a trattare le Donne in questa maniera generalista e maschilista, solo per fare “spettacolo” ed avere audience.

Scegli di trattarti al meglio e non lasciarti mercificare!

Firma per dire STOP ALL’OLTRAGGIO AL FEMMINILE!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *