A tavola col Dr. Neal Barnard

Il grasso non viene dallo Spazio, ma dal tuo piatto!
Questa è la rivelazione che ti può cambiare la vita!

Di Melissa Mattiussi

Scienziato dalla grande umanità, uomo sensibile, intelligente e molto simpatico.

Il Dr. Neal Barnard è vegano salutista di professione e di fatto e l’ho constatato pranzando e cenando insieme a lui nei giorni del Convegno sulle cure naturali per il diabete, organizzato da Macro Edizioni a Rimini, con ospiti grandi nomi come il Dr. Gabriel Cousens, il Dr. Joel Fuhrman, il Dr. Michele Riefoli, il Dr. Francesco Oliviero, il Dr. Domenico Battaglia, il Dr. Roberto Antonio Bianchi e Gudrun Dalla Via.

Essere diventata sua amica è un grande onore per me.

Il primo incontro è al tavolo del ristorante dove lo raggiungo per tenergli compagnia nei momenti non ufficiali dei due giorni e fare da interprete tra lui e chi non parla inglese.

Subito entriamo in sintonia e parliamo del cibo, della sua simpatia per la lingua italiana ed il nostro cibo. Ha ordinato un piatto vegano con polenta, funghi, radicchio e verdure. Tra i suoi interessi c’è la musica e si rivela anche un musicista molto bravo. E così parliamo del suo gruppo di ben 16 musicisti di alto livello, tra cui Erin, cantante italiana di origine della Val d’Aosta, che canta anche con Arisa e il cui padre cucina un’ottima polenta.

 

Osservando Neal a pranzo e a cena non mangia molto e così quando a colazione prima del Convegno gli chiedo cosa mangia di solito la mattina appena sveglio lui risponde:

“Solitamente faccio una colazione molto abbondante con frutta, cereali e anche un piatto con seitan o simili.”

Dopo un po’ gli chiedo…

Neal quando e perché hai deciso di diventare vegano?
“Nel 1975 quando ero tirocinante di Medicina all’Università si verificò questo episodio. Stavamo eseguendo un’autopsia su un cadavere di un uomo morto per attacco cardiaco ed è toccato a me ricucirne il torace. Dopo averlo fatto andai in mensa e per pranzo c’erano le costolette di maiale. Ecco, in quel preciso istante quelle costolette mi sembrarono quel torace umano e decisi di non mangiare mai più carne! Nel 1985 divenni quindi vegano per una scelta più salutista. Per cui prima agì in me la compassione per gli animali e poi arrivò una maggiore consapevolezza salutista.”

Neal, molte persone diventano vegane per dimagrire. Cosa ne pensi?
“Può essere uno dei motivi. Il grasso non viene dallo Spazio e non viene dalla Terra. Il grasso viene dal piatto in cui mangi! E non parlo solo di grasso visibile della carne. Puoi anche essere magro, ma se nella tua cellula c’è grasso il tuo organismo ne risente e nel giro di 10 anni svilupperai il diabete.”

 

Cosa ci dici a riguardo del diabete. Si può guarire?
“Sai, all’Università hanno insegnato a noi medici a dire ai nostri pazienti che non si può mai guarire dal diabete, mentre non è la verità. Così come non si può mai dire che ad una malattia non ci sia rimedio. Ogni caso è differente e ha diverse soluzioni. Secondo i miei studi e molti casi di persone che ho seguito, affette da questa malattia, il diabete è reversibile. Si può guarire dal diabete! Per esempio parla chiaro il caso di Vance, un uomo di colore diabetico e con disfunzione erettile. Eh sì, perché il diabete porta gravi conseguenze anche alla circolazione sanguigna con rischi di infarti e disfunzioni come quella erettile. Ecco, Vance, dopo aver seguito e continuando a seguire un’alimentazione a base esclusivamente vegetale, ha perso 27 Kg, è guarito dal diabete e ci tiene a dire che non ha più la disfunzione erettile. E come lui molti uomini e donne, con molti chili in eccesso, si sono trasformati passando al regime alimentare vegano salutista.”

 In caso di patologie infiammatorie la dieta vegana può aiutare?
“Certamente sì! E’ fondamentale disinfiammare l’organismo e tutto ciò che è vegetale alcalinizza e non acidifica, quindi va bene. Invece i prodotti animali e di origine animale come quelli caseari (latte, formaggi, yogurt) infiammano tantissimo e provocano allergie, raffreddori, asma, tumori…”

A proposito della tanto discussa B12 per cui noi vegani veniamo continuamente attaccati. Tu cosa pensi degli integratori di B12?
“Ritengo che andrebbe integrata soprattutto per proteggere il sistema nervoso e il sangue. La B12 non viene prodotta dagli animali, ma essi la assorbono mangiando il terreno contenente i batteri che la producono. Quindi noi non abbiamo bisogno di mangiare gli animali, ma possiamo assumerla tramite integratori naturali fatti in laboratorio e che non hanno nessuna controindicazione per noi.”

Quali sono i primi passi che una persona può fare per iniziare un’alimentazione sana vegana?
“Nel mio sistema di Healthful Diet (Dieta Salutista) ci sono due passi fondamentali. Il primo è fare un inventario delle possibilità che abbiamo per alimentarci al meglio. Il secondo è provare la dieta per 3 settimane. Così si potrà capire di persona come la dieta vegana porti più buona salute e come ci faccia anche cambiare gusti.”

Se pensiamo al detto antico “Sei quello che mangi”, ti trovi d’accordo?

“Assolutamente sì! E’ straordinario vedere come cambia la vita delle persone solamente cambiando l’alimentazione!”.

Dopo aver ascoltato Neal e aver visto le foto dei suoi pazienti, guariti dal diabete e dimagriti di molti chili, la riflessione mi nasce spontanea… Sotto la scorza del “grasso” si nascondono corpi meravigliosi che vogliono uscire fuori e vivere leggeri!

A te la scelta, caro lettore… Vuoi cambiare la tua vita e vivere leggero nel Corpo, nella Mente e nello Spirito?

Scegli l’Alimentazione Vegana Salutista e vedrai anche su di te i suoi meravigliosi effetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *