Ecstatic Integral Dance Experience

Libera la tua energia danzando
con l‘Esclusivo Party Olistico
che rispetta ogni Essere Vivente

Sabato 16 Dicembre 2017
h. 19.00 – 22.00
Spazio Ahimsa c/o Studio Riefoli
Via Desenzano 8, Milano

Dance Experience & Veganic Aperitif

Media Partner dell’evento:
Vegan Ok, AssoVegan, Associazione Ottavo Senso, Studio Riefoli

COS’E’ ECSTATIC INTEGRAL DANCE EXPERIENCE
Una nuova modalità di ritrovo collettivo, diurno e serale, che ri-connette le persone grazie a danza, movimento, suono, arti, cibi sani e naturali Veganic per celebrare la vita. Adatto anche alle famiglie!

ECSTATIC – Libertà di movimento e ri-connessione con la propria energia
INTEGRAL – Nutrimento per Corpo, Mente e Spirito per tornare all’integralità dell’Essere riunendoci alla nostra Natura
DANCE – Danza e Movimento nelle loro più svariate forme
EXPERIENCE – Esperienza di condivisione nel rispetto di ogni Essere Vivente

PERCHE’
Dopo la mia esperienza a San Francisco, all’interno delle serate e delle mattinate di Ecstatic Dance di Oakland, ora mi piacerebbe che anche in Italia, ed in questo caso a Milano, si potesse creare una Community di persone che concepiscono il “divertimento” non più come un uscire fuori da se stessi e dai propri schemi tramite l’uso di alcolici o altre sostanze da “s-ballo”, bensì solamente grazie alla grande energia che risvegliano la danza e il muoversi liberamente, senza giudizi e autogiudizi, nell’ascolto di sè e degli altri, per disconnettersi per qualche ora dai cellulari e ri-connettersi alla vera Natura dell’Essere umano che è il Movimento.

COSA SI FA
Periodicamente darò vita a questi ritrovi durante i quali ti guiderò attraverso queste fasi:

  • Riscaldamento muscolare con varie tecniche di Stretching, Danze e Yoga
  • Ecstatic Integral Dance Libera sul dance floor a piedi scalzi
  • Rilassamento
  • Buffet Veganic per una cena sana e naturale vegan, nel rispetto di ogni essere vivente, con tisane e frullati

QUALI BENEFICI OTTERRAI

Ti elenco 3 degli innumerevoli effetti benefici che otterrai partecipando e sostenendo Ecstatic Integral Dance Experience:

  • Stato fisico e mentale di leggerezza e armonia
  • Risveglio dell’energia vitale e del tuo grande potenziale
  • Connessione con una Community di amici reali con creare buone relazioni

DOVE

Ad ospitare gli incontri di Ecstatic Integral Dance Experience è la bella ed accogliente sala dello Spazio Ahimsa, all’interno dello Studio Riefoli in Via Desenzano 8, Milano.
Se hai una location e vuoi organizzare un’Experience, contattami scrivendo a melissa.mattiussi@gmail.com

Daremo così vita insieme ad un potente rituale collettivo di energizzazione positiva e crescita per ciascuno dei partecipanti e per l’intero Pianeta.

COME PARTECIPARE

Per partecipare all’Experience è necessario richiedere l’invito scrivendo a  melissa.mattiussi@gmail.com

COSA SERVE
Abiti comodi per muoversi, calze antiscivolo o calzettoni, un asciugamano e un cambio vestiti se sudi molto.

Allora sei pronta/o a entrare anche tu in questa fantastica Experience?!

Contattami per sapere i prossimi appuntamenti e ricevere il tuo invito!

Seguici su Facebook! Clicca qui!

 

La Danza dell’Inverno. Come auto-curarsi e proteggersi dal freddo grazie alla Integral Dance

Rallentare e andare dentro di sé per tornare a star bene

Sono questi giorni in cui molte persone stanno male.

Sì, è vero che sul Pianeta Terra ogni giorno milioni e milioni di persone soffrono, ma se ci fai caso, quando si avvicinano i periodi delle “feste” come il Natale e il Capodanno, tutto si amplifica. Anche senza bisogno di ascoltare i Tg, basta guardarsi attorno per vedere moltissime persone che si ammalano, malati che peggiorano o scene di follia apparentemente senza una spiegazione

Complice è sicuramente il freddo, almeno nel nostro emisfero occidentale, che porta malanni stagionali e acuisce le patologie da raffreddamento. Il freddo crea blocchi fisici come dolori articolari e muscolari e contribuisce a far chiudere e irrigidire tutto il nostro ecosistema Corpo-Mente di Esseri Umani.

Se ci pensi con il freddo invernale la Natura sta racchiusa dentro di sè, si ricopre del manto nevoso per custodire quei semi che a Primavera resisteranno per germogliare nuovamente. Ugualmente noi Esseri Umani ci copriamo con strati e strati di vestiti e tendiamo a star di più in casa, al caldo del camino e del riscaldamento. Con l’irrigidimento fisico avviene anche una chiusura mentale, quasi come se il freddo ci tenesse più distaccati dagli altri.

Ma ricordati che alla mente si può comandare. Sei tu che guidi il carro non è il carro che guida te!

L’Inverno ci fa pensare a quelle fiabe in cui nel freddo della notte, in fondo al sentiero nel bosco si scorge una luce che ci affascina e attrae, ci richiama verso di lei. E come la stagione più buia ci fa riscoprire e apprezzare maggiormente la luce del sole così i momenti difficili e di raccoglimento ci fanno ritrovare la nostra parte più luminosa e sana.

Insomma in Inverno la Danza Cosmica è caratterizzata dal movimento dell’interiorizzazione, dell’andare dentro di sé, alla ricerca di un senso più profondo della nostra missione. Lo sapevano gli antichi Maestri di tutte le tradizioni dalla Medicina Tradizionale Cinese allo Sciamanesimo fino ai nostri antenati.

Alle Donne fu affidato il compito di custodire la fiamma del focolare poichè noi come Donne abbiamo il compito di custodire in grembo la Vita intesa sia come il nuovo nascituro sia come Potere Creativo in tutte le sue forme.

Da Donna a Donna oggi voglio condividere con te questa mia esperienza, che potrebbe esserti utile in momenti in cui non ti senti al top delle tue forze.

Seppur sia molti anni che non prendevo il raffreddore, ecco che ieri è arrivato accompagnato anche da mal di schiena e di una gamba, che per una Danzatrice e Terapeuta non ci vuole proprio. Ho capito subito il messaggio: “Fermati e ascolta… Riprendi da dove ti eri fermata e crea per fare del bene a te e alle altre Donne!”.

Tu cosa fai quando ricevi un messaggio? Non rispondi? Ho risposto.

Oggi mi sono presa tutto il tempo per me. Sono rimasta in casa e ho fatto tutto con la massima calma e cura tra cucinare, scrivere, leggere, riposare e infine ecco che la voglia di danzare è ritornata.

Ho scelto delle musiche di differenti ritmi e ho danzato per un’ora, tra le candele. Ho danzato i ritmi e gli elementi della Natura che sono dentro me e che ogni volta riescono a produrre in me quella grandiosa sensazione di forza e di poter fare ogni cosa io immagini. Ho sudato e mi sono poi coperta bene, senza prendere freddo. Ho subito sentito che la sensazione di pesantezza, chiusura e malessere che avevo fino a mezza giornata se ne erano andate. Alla fine una bella doccia calda, massaggio con olio ed eccomi come nuova!

Questa è la Integral Dance, integrare la Danza nella vita di tutti i giorni: la danza come rituale terapeutico e sciamanico grazie al quale attraverso il movimento ci prendiamo cura dell’interezza e dell’integrità del nostro essere Corpo-Mente-Spirito.

E perché la Danza è così potente?
Danzare è la via più veloce e più diretta verso la propria autenticità, facendoti scendere nel tuo profondo personale per farti comprendere ciò che ti sta accadendo nel qui e ora, facendolo affiorare tramite le memorie del Corpo, dal  livello inconscio a quello conscio, senza passare attraverso la Mente che spesso complica le cose.

Danza e troverai la Bellezza e lo Spirito in ogni cosa, attorno e dentro te.

Ti consiglio vivamente di provare a far così la prossima volta che non starai bene.

Lascia un commento come feedback e se hai dubbi su cosa fare o se vuoi partecipare ai miei corsi e workshop contattami.

Libera la tua energia danzando

Workshop di Integral Dance, YogArmony e crescita personale
con Melissa Mattiussi

Domenica 10 Dicembre dalle 11.00 alle 13.00

Esploriamo insieme il linguaggio del Corpo attraverso la Integral Dance,
lo YogArmony e pratiche per la crescita personale affinchè, sciogliendo le tensioni e i blocchi fisici, di conseguenza si sciolgano anche quelli mentali.

Ne consegue che sentirai un piacevole senso di leggerezza, pace e armonia.

Non c’è più tempo per le relazioni umane

“Non ho tempo, devo fare in fretta – Scusa, ma è tardi non posso stare al telefono – Vorrei farlo, ma come faccio con tutti gli impegni che ho?”

Quante volte ti sei sentita dire queste frasi oppure le hai pronunciate tu?
Per non parlare poi di quando ti sei sentita dire o hai detto: Vorrei vederti, però ho un altro impegno. Facciamo un’altra volta…” e poi non hai fissato una data e un orario precisi per vederti con quella persona tanto cara e importante per te.

Ecco, forse allora quella persona non era poi così cara e non faceva parte delle tue priorità e viceversa tu per lei.

Stiamo vivendo in tempi in cui la maggior parte delle persone occidentali paiono essere state trasformate nel Bianconiglio di Alice nel Paese delle Meraviglie. Te lo ricordi? Il coniglio bianco che saltellava sfuggente con un orologio dicendo che non aveva tempo. Forse ti sei sentita anche tu così…

Con un po’ di rammarico osservo ogni giorno queste dinamiche e le vivo su di me, quasi sempre stando dalla parte di chi il tempo lo ha perchè lo vuole trovare quando ci tiene veramente a fare una cosa. Certamente ci sono degli impegni irrimandabili, ci sono scadenze, ci sono tempi da rispettare, ci sono giornate più piene e giornate più libere. Questo vale per tutti e non è che perchè una donna (o un uomo) è una libera professionista, e quindi capo di se stessa, allora ha più tempo libero. Anzi! Da libera professionista il tempo libero non esiste, perchè ogni momento è buono per creare, lavorare, sistemare, rifinire, fare pr, aggiornare il sito, inviare email e così via. Non esiste un orario di lavoro ben definito e di conseguenza non esiste un momento definito per il tempo libero. Da libera professionista il tempo libero devi deciderlo tu, ben ponderando se te lo puoi permettere, perchè se non sei produttiva nessuno a fine mese ti dà uno stipendio fisso, cosa che invece tutti i dipendenti hanno, anche nel caso in cui non producessero nulla.

Parentesi sulla libera professione a parte, torniamo al fatto che di questi tempi è più difficile vedere un’amica o un amico di persona che incontrare per strada una celebrità. La primavera scorsa, quando vidi Obama in Fiera Milano, riflettei proprio su questo fatto. Era da molto tempo che non riuscivo a vedere alcune delle mie più care amiche e vidi l’ex Presidente Usa e pure da vicino. Questa cosa mi fece sorridere, però mi rese anche molto triste e tutt’ora mi lascia un po’ di amarezza pensare che ormai abbiamo sostituito l’umanità con il digitale.

Mi sono sempre prodigata a dire per tempo alle amiche i miei momenti liberi in cui avrei avuto piacere di vederle, ma nel 99% dei casi ho sempre ricevuto una risposta simile a quelle che hai letto all’inizio di questo articolo.

Dopo un po’ ho perfino pensato che non avevo più amiche, che forse non ero un’amica così buona come credevo di essere per gli altri. Per contro sui Social mi arrivano i Like e i commenti di approvazione anche da quelle amiche che paiono più impegnate del Papa. Su Whatsapp una serie infinita di messaggi scritti e vocali… che ci piacciono tanto. Lunghe chiacchierate, anche su temi profondi, scambiate tramite la voce registrata e poi… vederci mai!

Quante persone ormai hanno costantemente il cellulare o il tablet in mano, ma non prendono in mano la loro vita?! Ti sei mai sentita così?

La tecnologia deve essere al servizio dell’Essere Umano in maniera positiva e costruttiva.
Tecno + Logos = Amore per la Teconologia = Conoscere la tecnologia per saperla utilizzare con Amore e Rispetto.

Credo fermamente che non si possa più tornare indietro a quando tutti questi mezzi mediatici non esistevano, ma che ci sia bisogno urgente di scoprire i perchè delle invenzioni, le loro utilità e di capire cosa si cela dietro l’abuso dei dispositivi elettronici. Ci vogliono dipendenti da qualcosa che cattura i nostri dati, dati che siamo noi a concedere per utilizzi a noi sconosciuti. Ci vogliono rimbambiti e non pensanti, non consapevoli per ardire le loro trame, mentre noi siamo distratti dal Paese dei Balocchi mediatici.

In televisione non esiste ancora una pubblicità progresso che dica pubblicamente “Nuoce gravemente alla salute se vien fatto abuso di PC, Smartphone, Videogames, etc…”. Forse non la faranno mai perchè non conviene, così come non conviene al sistema dire di tante altre cose che fanno male. Per esempio una pubblicità progresso contro l’alcool vera e propria non è mai stata fatta. Sì, ci hanno detto di non guidare se si ha bevuto, ma non ci hanno detto di non bere alcool. Ci dicono di far guidare gli amici, casomai.

Ora ti faccio una domanda. Tu ai tuoi figli diresti di non bere troppi alcolici, ma di bere pure senza problemi? Se sai che l’acool provoca gravi danni al cervello e al fegato, anche in moderate quantità e che crea dipendenza, allora non lo diresti.

E così succede con la tecnologia.

E’ urgente riprenderci il lusso del contatto umano.

E’ urgente riprenderci il tempo per vivere anche con lo sguardo fuori dai monitor.

E’ urgente… e se non lo faremo tutti si prospetta una società di rincoglioniti, nonchè di persone incapaci di muoversi e con dolori muscolari ed articolari di vario genere, oltre che maggiori disturbi visivi.

La buona notizia è che uscire dalla Tecnology Addiction è ancora possibile!

Ti consiglio tre esercizi che spesso faccio e che puoi fare anche tu per migliorare le relazioni umane:

  1. La prossima volta che esci di casa non tenere il cellulare in mano e se prendi i mezzi pubblici prova a intavolare un discorso con una persona di cui incroci lo sguardo
  2. Per un giorno togli internet dal cellulare e non accendere il pc, fai un digital detox e vedrai come ti sentirai libera senza Whatsapp che trilla in continuazione. Perchè poi in generale le persone non scrivono un unico lungo messaggio, ma una parola per ogni invio? Ma?!
  3. Reimpara l’arte di scrivere correttamente e con stile. Prendi carta e penna e scrivi una lettera a una tua amica, al tuo compagno, ai tuoi figli, ai tuoi genitori o a chi desideri, per dire quanto vuoi loro bene e perchè. Poi scegli se consegnarla a mano o via posta

Nei prossimi articoli ti darò altre dritte su come uscire dalla Smartphone Addiction e altre dipendenze per passare dall’immagine A all’immagine B.

A


B

Allora forza, staccati dal pc, dal tablet o dallo Smartphone con cui stai leggendo questo articolo e fai una di queste cose, ma prima chiama una tua amica  per fissare un appuntamento per vedervi.

E se sei una mia amica che sta leggendo, sappi che dopo vari tentativi per vederti andati a vuoto, potrei anche essermi stancata di “insistere” considerando che forse non ti interessa che ci vediamo. Quindi se ci tieni chiamami, nella mia agenda c’è ancora uno spazio libero per te. No messaggi Whatsapp! Ahahahaha

 

 

SOR-RISO AUTUNNALE

Oggi il vento e il freddo mi hanno ispirata nel cucinare un piatto che riscalda stomaco e animo, caldo anche nei colori. In primis il colore rosso, che tende al marrone, del riso rosso integrale, protagonista della mia creazione e che mi ricorda il legno che bruciato produce il fuoco.

Amo il riso in ogni sua variante, purchè sia integrale e di buona qualità.

Il mio amore per il riso forse deriva dal fatto che la parola mi riporta sempre alla mente il sorridere, seppur la sua etimologia venga dal Greco antico όρυζα óryza, che in Latino diventa Oryza sativa. Mangiare del riso mi fa sentire subito a casa, e in quei momenti di malinconia o di qualche malessere fisico, è un toccasana per stomaco, intestino e umore. E’ una coccola per l’intero organismo, se cucinato con gli accorgimenti Veganic, che lo rendono ancora più facile da digerire. Infatti lo prediligo quando devo danzare, fare sport o tenere delle lezioni di danza e yoga o più semplicemente quando voglio sentirmi più leggera. Anche quinoa e miglio mi danno lo stesso effetto, ma te ne parlerò in altri articoli.

Appartenente alla famiglia delle Graminacee, le sue origini non sono certe. Si ritiene che le varietà più antiche siano comparse oltre quindicimila anni fa lungo le pendici dell’Himalaya. Costituisce il cibo principale per circa la metà della popolazione mondiale e viene coltivato in quasi tutto il mondo.

Le varianti di riso rosso sono:

  • Riso rosso integrale biologico
  • Riso rosso della Camargue
  • Riso rosso Thay integrale dalla Tailandia
  • Riso rosso Java integrale dall’Indonesia

Normalmente viene prodotto e venduto come riso integrale che  rispetto al riso raffinato mantiene un maggior contenuto di fibre e di sali minerali. Il riso rosso è una fonte importante di sali minerali quali fosforo e magnesio.

È un alimento povero di grassi e ricco di fibre. È una fonte di carboidrati, ma al contempo apporta al nostro organismo anche delle proteine vegetali. Si può abbinare ai legumi, come ceci, fagioli e lenticchie e a tutte le verdure che vuoi.

Inoltre il riso rosso integrale:

  • È ricco di fibre
  • È una fonte di sali minerali
  • Aiuta ad abbassare il colesterolo
  • Contribuisce a tenere sotto controllo la glicemia
  • Fa bene alle ossa
  • È una fonte di antiossidanti
  • Riduce il rischio di obesità

Sei pronta ora per la ricetta di oggi?

SOR-RISO AUTUNNALE

INGREDIENTI per 1 persona

  • 4 cucchiai di riso rosso integrale
  • 1 fetta di zucca bio
  • 4 funghi porcini freschi
  • 4 foglie di radicchio rosso (io ho usato quello tondo, ma va bene anche quello lungo)
  • 1 pezzettino di cipolla rossa
  • 7 pistacchi non tostati e non salati
  • 1 cucchiaio di Olio evo
  • 1 cucchiaino di salsa Soyu

RICETTA

In una padella bassa e larga metti il trito di cipolla con un dito di acqua per fare il “soffritto all’acqua” alla maniera Veganic. Dopo pochi minuti aggiungi la zucca tagliata a pezzettini. Lascia ammorbidire per circa 7 minuti e poi aggiungi i funghi tagliati a pezzettini. Quando la zucca e i funghi sono quasi del tutto morbidi aggiungi il radicchio tagliato a striscioline.

Sciacqua il riso e cuocilo a parte per il tempo di cottura indicato.

C’è un piccolo segreto Veganic per farlo cuocere prima…
Se lo vuoi scoprire contattami!

Una volta che il riso è cotto, scolalo e aggiungilo alle verdure oppure impiattalo con creatività. Aggiungi l’olio evo a crudo e i pistacchi come tocco finale. Se vuoi puoi mettere anche un cucchiaino di salsa Soyu per dargli un tocco di sapore orientale e… Buon appetito!

Fammi sapere com’è andata l’Experience lasciando un commento di seguito e se vuoi mandami la foto del piatto. Ogni mese premierò la foto più bella con una gradita sorpresa!

MIRTILLA SUPER MOON – Crumble di Mirtilli Veganic


Questa ricetta ha qualcosa di magico poiché nasce nel pomeriggio di Domenica 3 Dicembre 2017, in cui alle 16.47 sarà visibile la Super Moon che risplende nel segno dei Gemelli.

Il suo nome Mirtilla Super Moon è un omaggio alla Luna che, come tutti gli Elementi, influenza la Natura e anche noi Umani.

E’ anche un augurio di benvenuta su questo Pianeta alla neo-nata Luna,
figlia della cara amica Silvia.

Come le caratteristiche dei Gemelli dello Zodiaco “Mirtilla Super Moon” è leggera, giocosa e frizzante.

Questo Crumble di Mirtilli Veganic Style è una coccola per il palato e lo Spirito, rasserena la mente e riscalda il corpo. Ti farà sentire avvolta/o da un delicato caldo abbraccio come quando hai freddo e finalmente ti avvolgi nella tua coperta preferita.

Ho scelto di accostare i mirtilli al gusto antico del Grano Saraceno perché mi riporta alle mie origini in Valtellina dove i dolci spesso sono fatti con questo eccezionale grano dalle innumerevoli proprietà quali:

  • Gluten Free (puoi anche fare il Crumble totalmente con la farina di saraceno);
  • Fonte di minerali come ferro, zinco, selenio;
  • Ricco di aminoacidi essenziali e proteine;
  • Antiossidante;
  • Non contiene colesterolo;
  • Particolarmente consigliato in fase di allattamento e nella crescita grazie al fatto che favorisce lo sviluppo e la protezione dell’apparato circolatorio in queste fasi delicate della vita;
  • Tiene a bada la pressione alta;
  • Energizzante e defaticante.

Ti consiglio di preparare il dolce con le seguenti modalità:

  • Fai dei bei respiri per rilassarti;
  • Cucina con il sorriso e con pensieri positivi;
  • Accendi una candela profumata;
  • Ascolta della buona musica, quella che più ti rasserena.
    Io ho scelto l’arpa di Cecilia Chailly;
  • Gusta Mirtilla Super Moon in totale relax avvolta/o in una coperta e sorseggiando un buon caffè d’orzo o una tisana dal  sapore delicato, magari con un tocco di zenzero, ma non troppo per non sovrastare il gusto di Mirtilla Super Moon.

INGREDIENTI

  • 75 gr farina integrale bio
  • 75 gr farina grano saraceno bio
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere bio istantaneo
  • 75 gr di zucchero integrale di canna mascobado
  • 1 patata bollita
  • 1/2 bicchiere di bevanda vegetale (io ho usato quella di riso)
  • 150 gr di mirtilli freschi bio
  • 6 noci

PROCEDIMENTO

Granella
Unisci la farina integrale e quella di segale in una ciotola dove mettere anche lo zucchero mascobado e il lievito.
Con una forchetta mischia gli ingredienti secchi e aggiungi la bevanda vegetale sempre sgranando i granuli che si formeranno.
Aggiungi quindi la patata bollita e precedentemente schiacciata con la forchetta fino a ottenere una purea grossolana.
Continua a sgranare la granella con la forchetta. Se è troppo slegata e asciutta aggiungi un goccio di bevanda vegetale.

Salsa di mirtilli
Nel tritatutto a lama bassa o nel frullatore frulla brevemente i mirtilli.

Nella teglia metti la carta da forno e sopra la carta da forno procedi con il posizionare poco più della metà della granella schiacciandola con le dita, ma non rendendola uniformemente compatta. Devono rimanere visibili i grani.

Spargi con un cucchiaio la salsa di mirtilli sopra la base di granella e ricopri con la granella rimanente facendo cadere i grani sopra alla salsa, senza schiacciarli. Se vuoi, schiacciali solo un pochino ai lati.

Metti il tutto nel forno che avrai preriscaldato a 175°.

Cuoci per 20 minuti circa, controllando di tanto in tanto che non si bruci la granella.

Aspetta che il Crumble non sia più troppo caldo e poi cospargilo con le noci tritate grossolanamente o spezzettate.

Se ti avanza della salsa di mirtillo ti consiglio di usarla per contornare le fette e intingervi il crumble.

Tutto fatto!

Sei pronta/o per gustarti il tuo primo Crumble di Mirtilli Veganic!

E ora lascia un commento su questa Veganic Experience e se vuoi mandami la foto della tua creazione a melissa.mattiussi@gmail.com con oggetto “Contest Fairy Food”. Grazie!

Ogni mese la foto più bella delle ricette da me consigliate
riceverà una gradita sorpresa.

 

 

Il Magico Mondo di Melì

Laboratori creativi sul tema delle fiabe per bambini e adulti

Conduce Melissa Mattiussi
DanzaMovimentoTerapeuta, Danzatrice professionista ed Educatrice Alimentare

c/o Metiss’Art, Via Morbelli 7, Milano
melissa.mattiussi@gmail.com
www.melissamattiussi.it

Primi due incontri: Domenica 12 Novembre e 3 Dicembre – Ore 16.30 – 18.00
Iscrizioni entro il giovedì antecedente all’incontro

Costo: 10 Euro a persona (sia bambino che adulto)
Bambini in fascia gratuito

Viaggio in 7 appuntamenti nel magico mondo delle Fiabe alla scoperta dei significati profondi che aiutano il bambino ad esplorare le emozioni e la vita e donano all’adulto la possibilità di nutrire il proprio fanciullo interiore, ritornando alla dimensione del gioco per alleggerirsi dallo stress di tutti i giorni.

Un bellissimo modo per trascorrere un pomeriggio in compagnia dei propri figli e interagire con loro creativamente nell’armonia con la conduzione di Melissa Mattiussi, DanzaMovimentoTerapeuta, Danzatrice professionista ed Educatrice Alimentare, che da anni tiene corsi e laboratori sia per bambini che per adulti.

Ogni “puntata” avrà come tema una fiaba, attingendo dal repertorio delle fiabe popolari di tutto il mondo e delle fiabe dei cartoni animati. Il tema degli appuntamenti verrà svelato di volta in volta agli iscritti qualche giorno prima, per mantenere quella dimensione del mistero e della magia caratteristica dei racconti…

Vieni anche tu nel Magico mondo di Melì!

COSA FAREMO NEI LABORATORI:

  • Esercizi di Stretching, Danza e Yoga, adatti ad tutte le età dai 2 anni in su, per preparare il corpo al movimento
  • Danza espressiva e creativa
  • Lettura di brani delle fiabe
  • Giochi ispirati al tema del giorno
  • Elaborazione artistica del vissuto tramite disegno, poesia, verbalizzazione

ALCUNI BENEFICI sia per bambini che per adulti:

  • Trovare una dimensione di maggior intesa, grazie alle Arti, sia con sé stessi che con il proprio partner e i propri figli
  • Aumentare l’energia vitale e imparare a gestirla al meglio
  • Imparare ad elaborare le emozioni tramite le metafore della fiaba e la creazione artistica
  • Mantenere la buona forma fisica
  • Alleggerirsi dallo stress
  • Divertirsi e condividere con il gruppo

Danza & Sorridi @ Tisana Festival

Danzare per ritrovare la gioia del corpo in movimento che riattiva l’energia vitale e la mantiene alta. In questo modo l’intero organismo ne trae beneficio andando a togliere stress e rigidità sia fisiche che mentali, accelerando il recupero della buona forma fisica essenziale per la prevenzione di patologie quali ad esempio la depressione, l’osteoporosi, le artriti, i dolori cervicali e lombari.

L’ossigeno viene rimesso in circolo ed il sistema sanguigno e linfatico vengono depurati dalle tossine, innescando il rinnovamento cellulare e quindi il ringiovanimento.

Danzare ti porta in uno stato di meditazione attiva che riconnette al Qui ed Ora affinché possano emergere intuizioni e comprensioni funzionali al cambiamento positivo e alla risoluzione delle tue ferite e di conseguenza di ciò che ti ostacola nel cammino evolutivo. L’originale metodo Danzaterapeutico utilizzato da Melissa Mattiussi è caratterizzato dal sentire le energie del momento, del gruppo e del luogo e dalla creazione sincronica degli eventi.

Consigli per i partecipanti

Vestiti comodi per il movimento, meglio se non di colore nero. Si danza scalzi a piedi nudi o con calzini/antiscivolo (il pavimento è parquet)

Date e orari
Sabato 25 novembre 2017 – 18:30 – 19:30

ATTENZIONE:
Il Workshop è gratuito.
L’ingresso al Festival  costa 20 euro e se clicchi qui puoi scaricare la riduzione online costa 10 euro.

Estas Tonne. Reviving Water

Lo Sciamano della chitarra in concerto con Joseph Pepe Danza e Netanel Goldberg allo Studio Foce di Lugano

Definire la musica di Estas Tonne in un unico genere non gli renderebbe giustizia.

Estas Tonne è molto più che un musicista. E’ un Mago, un Alchimista che trasforma le note in energia pura che fa vibrare Anima e Corpo.

Le sue composizioni sono Draghi e Dragoni che infuocano di passione, sono Farfalle che accarezzano, sono Cavalli selvaggi che corrono e scalpitano, sono Serpenti a sonagli che vibrano, sono Onde che avvolgono, sono Nuvole impalpabili, sono Poesie e Sogni che si condensano per alleggerire la Vita.

La sua Musica nasce dai suoi viaggi e dal suo Essere Anima in viaggio ed eccolo ritornare a Lugano, dopo il grande successo da sold-out dello scorso anno.

Lunedì 4 dicembre alle ore 20 si esibirà presso lo Studio Foce, Via Foce 1, 6900 Lugano / CH.

Quest’anno Estas è per la prima volta in tour con due altri grandi musicisti sciamanici, Joseph Pepe Danza alle percussioni e Netanel Goldberg al canto.

Percussioni e voce porteranno ancora nuove dimensioni sconosciute per un Live che è un’esperienza terapeutica e unica.

Dal 2002 Estas Tonne suona instancabilmente in tutto il mondo, prima come artista di strada e poi arrivando ai grandi palchi.

Il suo stile è un connubio di musiche Gipsy tra Flamenco, Russia (sua Nazione di origine), Est Europa, musica classica, etnica, spirituale e sciamanica che attinge ai suoni e ai movimenti della Natura.

Sia nei brani più romantici che in quelli più frenetici si possono apprezzare il suo virtuosismo, la sua sensibilità e il suo genio.

Sei pronto anche tu per questo nuovo inizio!

“There is a moment to open a circle and there is a moment to close it, so we can move into o new beginning“

di Melissa Mattiussi

Acquista il biglietto online cliccando qui

KAN YA MAKAN – Festival di danze folkloristiche

Sabato 18 Novembre
Ore 20.00
Politeatro, Viale Lucania 18 – Milano – MM Corvetto
Ingresso euro 10

All’interno di Kan Ya Makan, festival di danze mediorientali e folkloristiche, organizzato da Dalida Galy, che quest’anno ha come tema i migranti e che vedrà esibirsi sul palco tra gli altri gruppi anche quello di Alessandra Centonze con le danze berbere, Melissa propone una performance di Integral Dance in stile Kalbelia Gipsy Fusion dal titololo “The creative power of feminine energy”.

Un omaggio al potere creativo dell’energia femminile, armonica fusione di colori musicali e stili di danze quali Kalbelia Dance (la danza degli incantatori di serpenti del Rajasthan, Flamenco, Bharata Natyam, Modern Dance, Danza Classica Espressiva, Yoga  e molto altro ancora. Questa commistione di elementi prende l’originale nome di Integral Dance, rendendo omaggio all’interezza del nostro Essere in connessione con la Natura tutta. La gioia del movimento, che rende grazie al divino Spirito dentro sé e tutt’attorno nell’infinito cosmico, vibra all’unisono con la sensibilità e la sensualità del Corpo acceso dal fuoco della Danza Integrale che risveglia la potente energia creatrice del femminile. Un messaggio di amore, pace, libertà, benessere, consapevolezza e gioia per chi pratica e chi osserva questa Danza.