E’ Natale… Che depressione!

Nel periodo natalizio aumentano in maniera esponenziale le depressioni. Scopri come la Natural Dance e l’Alimentazione Naturale possono sconfiggere questo male sociale

C’era una volta un tempo in cui gli Esseri Umani si riunivano per danzare i passaggi fondamentali della vita e la danza era un rituale che costituiva una parte integrante e fondamentale della quotidianità.

Si danzava come rito propiziatorio per il raccolto e per la caccia, in quel tempo in cui gli Animali erano ancora considerati sacri e l’utilizzo delle loro carni e pelli era mirato e veniva fatto con grande rispetto. Si danzava per invocare gli Elementi naturali, il sole, la pioggia, il vento, le maree. Si danzava per la fertilità dei campi e delle coppie, per la nascita e la morte, per il passaggio dall’età dell’infanzia/adolescenza a quella adulta. Si danzava per infondere coraggio. Sciamani e Sciamane, uomini e donne saggi, connessi appieno con le leggi dell’Universo e dalla vasta conoscenza, danzavano e facevano danzare per liberare dalle energie negative i malati ed aiutarli in tal modo a ritrovare se stessi, guarendo.

In quel tempo l’Essere era ancora Umano e Animale al contempo (nel senso più positivo del termine) e rispettava i cicli della natura. Non eccedeva in cibo, lavoro, parole e pensieri. Si dedicava all’Essenziale e bastava a se stesso, sostenuto dall’appartenenza a un gruppo in cui ogni individuo trovava la propria collocazione.

Non parlerò qui della storia dell’umanità, per cui vi rimando a chi ha scritto vari saggi, ma questa introduzione ti può far capire come, con lo svilupparsi sempre di più della cosiddetta “intelligenza”, portata dallo sviluppo del linguaggio verbale, si siano perse le innate capacità espressive corporee che in principio erano il tutto.

Come Esseri Umani infatti non nasciamo parlanti e il linguaggio è una cosa abbastanza recente se consideriamo i milioni di anni del nostro Pianeta Terra.

In tempi antichissimi il movimento costituiva la gran parte della nostra giornata, proprio come per gli Animali, e di sicuro i nostri primitivi antenati non avevano il problema di avere dolori muscolo-scheletrici per la postura scorretta o problemi di vista per l’uso smodato di dispositivi elettronici, oppure cefalee persistenti e costanti e così via.

Di sicuro con così tanto movimento i nostri avi non erano in sovrappeso, non avevano disturbi alimentari perchè nessuna pubblicità o meccanismo di marketing malatista li poteva convincere a ingurgitare inconsapevolmente qualsiasi tipo di cibo “finto” e che nessun Essere vivente mangerebbe, se funzionassero i suoi campanelli di allarme, dati dal proprio istinto e dalla propria innata saggezza.

In quel tempo si danzava, ci si muoveva e ci si nutriva naturalmente e tutto procedeva secondo le regole dell’Universo.

Certamente i nostri antenati dovevano anche stare attenti a non farsi mangiare da altri animali carnivori, mentre oggi la probabilità di uscire per strada e venire attaccati da un leone sono praticamente nulle. Sì, ci sono i chihuahua, ma meglio dei leoni dai!

Il pericolo però anche nella preistoria era relativo allo stile di vita che, essendo più semplice e naturale, racchiudeva anche pericoli gestibili, senza il bisogno costante di terapie di ogni tipo. Se invece pensi per un attimo a quanti pericoli oggi potresti trovare in giro, allora non usciresti più di casa. I mass media vogliono inculcare questo per supportare la strategia del terrore che ci vorrebbe tutti zitti e accondiscendenti, fermi e anche un po’ malati.

Il periodo Natalizio per me è da sempre un periodo di riflessione ancora più attenta e ancora più profonda sul punto in cui noi Umani siamo.

Il Natale porta con sé molti eccessi e anche molta staticità.
Ore ed ore passate a tavola a ingurgitare ogni tipo di eccesso tra cibi troppo salati, troppo grassi, troppo dolci, troppo alcoolici, troppo animali.

Tra il baccano di parole e pensieri come puoi accorgerti di cosa ti stai nutrendo?
Solo schifezze che poi si trasformeranno in disagi più o meno percettibili, ma che col tempo, uno sgarro dietro all’altro, un eccesso più un altro eccesso, diventano seri pericoli per la tua buona qualità di vita.

Questi cibi così pesanti e innaturali, fatti di carne, affettati, pesce e latticini sono troppo indigesti per il nostro Corpo e soprattutto per il nostro Spirito. Essi vanno a ostruire stomaco, intestino e flusso sanguigno. Pensala come se tu mettessi nella tua automobile un fluido che non è quello adatto e che andasse quindi a creare delle lesioni e dei tappi nei vari tubi di scorrimento e di scappamento. Sarebbe un disastro e non funzionerebbe a lungo!

Quindi perchè far male al tuo Corpo che è la tua prima macchina di trasporto?

Tutto questo si ripercuote molto negativamente sulla Mente e sullo Spirito, andando ad appesantire i pensieri che diventano sempre più negativi, quando mangi negatività.
Ricordati, sei quello che mangi! Gli antichi già lo sapevano…

Ora ti do una cattiva notizia… Il Corpo-Mente-Spirito non va mai in vacanza!

Personalmente non ho mai ecceduto nel cibo, nemmeno quando la golosità mi avesse tentata, perchè sin da piccola capivo che se non c’era più spazio nello stomaco, prima dovevo smaltire ciò che avevo mangiato. Infatti mi annoiavo parecchio ai banchetti lunghi e non capivo perchè le persone in generale avessero bisogno di 10 portate per festeggiare, quando sarebbe stato più bello mangiare qualcosina di sano, naturale e leggero e poi ballare tutti insieme oppure passeggiare, parlare di chi siamo veramente e dei nostri sogni più nobili.

Fortunatamente son cresciuta con dei genitori che la pensano come me e ora poco a poco la mia “famiglia” si arricchisce di Amici e Persone che sono sintonizzati su questa frequenza: mangiare per nutrirsi consapevolmente e nel rispetto di ogni Essere Vivente, mangiare per stare insieme costruttivamente e crescere, ricevendo e dando energia.

Questo dovrebbe essere il senso del nutrimento, soprattutto in una festa che esalta la vita e la rinascita della luce ogni anno, come il Natale.

E invece in cosa abbiamo trasformato il Natale? Un eccesso di soldi spesi, di frenesia e stress da idee regalo e cene aziendali e parentali. E questo anche per moltissime persone che vivono con religiosità e rispetto questa ricorrenza.

Povero Natale!

Per questo troppo spesso in questo periodo aumentano le depressioni e anche i suicidi.

E’ purtroppo diventato un giorno in cui tante persone sole si sentono ancora più da sole, vedendo che tutto fuori luccica e sorride con la bocca piena di panettoni e oro.

Ci sono tante associazioni che propongono pranzi per chi è solo e non ha disponibilità economica, ma ancora non basta, perchè sempre più a soffrire di depressione sono le persone che non diresti mai che sono sole e magari hanno anche un buon conto in banca e sono di successo.

Danzare in questo senso può fare molto perchè danzare fa sentire parte del ciclo cosmico in piena armonia con esso.

Inoltre se alla danza e al movimento unisci uno stile di vita naturale con alimentazione a base vegetale integrale consapevole vedrai quanto aumenterà l’energia positiva e come il tuo intero organismo ne trarrà beneficio.

Il mio invito per questo 25 Dicembre 2018 è che tu possa riscoprire il vero significato dello stare insieme a te stessa e agli altri, chiunque essi siano. 

Danza da sola o ancor meglio danza in gruppo e ti sentirai subito meglio.

Mangia cibi vegetali, naturali, sani e leggeri anche durante le feste, come consigliamo nel Sistema Veganic.

E se conosci qualcuno che soffre di depressione regalagli il consiglio di iscriversi subito a un corso di danza.

Se vuoi invitalo ai i miei corsi… Sai come trovarmi.

Sono qui per alleggerire la tua vita e perchè no anche i chili di troppo, se ci sono!

Danza e Alimentazione Naturali per vivere belli, sani e felici.

Se vuoi regalarti un DETOX a CAPODANNO clicca qui per vedere il programma del ritiro di una settimana che abbiamo organizzato a Senigallia tra alimentazione sana e consapevole, attività fisica, collina, mare, Spa e star bene insieme.

Se non puoi venire a Capodanno richiedi informazioni sui percorsi sia di gruppo che individuali personalizzati che tengo a Milano e via Skype. Clicca qui per info!

 

Buon Natale di Risveglio!

Melissa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *